Superbonus 110%

Che cos’è?

Il superbonus 110% è una nuova agevolazione fiscale per interventi di ristrutturazione effettuati su immobili residenziali. Le nuove disposizioni, che consentono di fruire di una detrazione dell’Irpef del 110% delle spese, si
aggiungono a quelle già vigenti da diversi anni e che variano tra il 50% all’85% delle spese spettanti per gli interventi di recupero del patrimonio edilizio. Tali detrazioni sono tuttora valide ed in corso.

L’obiettivo del legislatore con l’introduzione del superbonus 110% a Cesena e Cesenatico e’ l’efficientamento energetico e il miglioramento sismico delle abitazioni e quindi tale agevolazione, con tetti massimi per ciascun intervento, riguarda prettamente elementi cosiddetti trainanti (prioritari) che riguardano:

  • realizzazione di isolamento termico
  •  interventi per la sostituzione degli impianti di climatizzazione invernale
  • messa in sicurezza sismica

A tali interventi possono essere collegati e quindi eseguiti solo in via congiunta anche opere di efficientamento energetico (pannelli fotovoltaici, infissi, colonnine per la ricarica dei veicoli) che abbiano le caratteristiche indicate dalla legge e nei limiti dalla stessa fissati. Si ricorda che affinchè sussistano i requisiti di accesso al Superbonus 110% a Cesena e Cesenatico è condizione necessaria ed essenziale che si verifichi un miglioramento di almeno due classi energetiche dell’edificio.

Chi può beneficiarne?

  • Persone fisiche
  • Condomini
  • Gli istituti autonomi delle case popolari
  • Cooperative di abitazione a proprieta’ indivisa
  • Organizzazioni senza scopo di lucro o di volontari
  • ASD (solo per immobili adibiti a spogliatoi)

La normativa si applica alle prime e seconde case unifamiliari, villette a schiera e unità immobiliari in condominio. Il Superbonus si può ottenere al massimo su due unità immobiliari per soggetto richiedente. Sono escluse dal superbonus le abitazioni di tipo signorile, le abitazioni in ville e castelli, rientranti
nelle categorie catastali A1, A8, A9;

Come si può utilizzare il Superbonus 110%?

  • Utilizzo diretto della detrazione spettante nella dichiarazione dei redditi in 5 rate annuali (la detrazione e’ ripartita in cinque quote annuali di pari importo, nell’anno in cui e’ sostenuta la spesa e in quelli successivi)
  • Sconto sul corrispettivo dovuto all’impresa, qualora quest’ultima accetti di ricevere il credito di imposta procedendo eventualmente successivamente ad una cessione.
  • Cessione del credito d’imposta ad altri soggetti, ivi inclusi le banche.

Cosa fa lo studio di Ristrutturaresubitocasa.it?

  1.  A seguito della firma del mandato a procedere si effettuano: rilievo del fabbricato, ricerca in comune di tutte le autorizzazioni precedenti dell’immobile e progetto architettonico
  2. Analisi, studio e predisposizione asseverazioni varie, del progetto in ottica “Superbonus 110%”. In tale documentazione vi sarà specifica indicazione dell’importo individuato ai fini dell’eventuale richiesta cessione del credito o valido ai fini della detrazione fiscale, per le opere che rientrano nel caso in oggetto: cappotto/isolamento pareti verticali, isolamento copertura e sostituzione caldaia. In tale progetto documentale saranno individuati e resi noti anche i costi tecnici obbligatori per accedere alle agevolazioni. Per tali costi verrà richiesto uno specifico acconto da pagare a mezzo bonifico “parlante”, valido quindi ai fini fiscali, il quale verrà assorbito dalla cessione del credito e quindi di fatto oggetto di rimborso insieme agli importi di cui sopra. Sottolineiamo che sin da ora la richiesta della cessione del credito ai sensi del D.L. 34 del 19- 05-2020, può essere avanzata anche a qualsiasi istituto bancario a vostra scelta. I costi e le modalità sono riportati nei fogli informativi di ciascun Istituto. In tale situazione verrà fornita tutta la documentazione necessaria ad ottenere la concessione/anticipo e sarà fornito un servizio di assistenza alla predisposizione e completamento delle domande.
  3. Presentazione progetto architettonico presso l’ente comunale preposto.
  4. Preparazione capitolato, elenco opere nel dettaglio per realizzare appalto “chiavi in mano” da consegnare alla ditta appaltatrice delle opere.

Qualora si intraprendesse con lo studio un contratto con realizzazione intervento “chiavi in mano”:

  1. Si procederà ad effettuare una selezione delle imprese e degli artigiani in merito alla qualità delle ditte appaltanti, le certificazioni d’uopo e l’economicità dell’intervento.
  2. Sarà stipulato un contratto tra committente e EF srl (amministratore unico filippo Pederiva) con indicazione: importo concordato per la realizzazione del progetto “chiavi in mano”; data di consegna dell’opera; eventuali penali di ritardo; Indicazione date di pagamento a stato avanzamento lavori.
  3. Inizio lavori
  4. Coordinamento maestranze, direzione lavori, supervisione opere in corso d’opera con risoluzione diretta di problematiche nascenti.
  5. Fine lavori.
  6. “Consegna chiavi in mano” corredata di visti di conformità e collaudi necessari

Si rende noto che resteranno escluse comunque dall’appalto le forniture di sanitari, rubinetterie, pavimentazioni esterne, interne e rivestimenti vari. Tali forniture saranno scelte a carico diretto del Committente. Si segnala che tutte le info e gli approfondimenti relativi ai super bonus sono ancora in fase di approfondimento e continuo aggiornamento. Compila il nostro form di contatto a questo link per ricevere una valutazione preliminare sul Superbonus 110% a Cesena e Cesenatico.

É il momento giusto per ristrutturare casa.

Compila il form per studiare insieme il tuo progetto.